I Prodotti Tipici
Piante e animali perduti
Nonostante il tempo incerto è stata un successo la diciassettesima edizione di Piante e animali perduti, tra gli eventi clou della rassegna  "Gli Ori della terra reggiana" Per due giorni le vie e le piazze di Guastalla si sono trasformate in un immenso campionario di biodiversità con antiche e spesso dimenticate varietà di piante da frutto e ornamentali, ortaggi, sementi e antiche razze di animali domestici e da allevamento. Sono state almeno 15mila i visitatori, tra paganti e residenti, che nel fine settimana hanno affollato gli stand tra le vie del centro cittadino. Anche quest'anno non sono mancate le preziose mostre allestite dagli istituì agrari che hanno riproposto numerose varietà di mele, pere, uva, fichi e altri frutti stagionali dal passato accanto ai prodotti tipici locali e nazionali. La riscoperta di antichi sapori e profumi è stata impreziosita dai fiori di rara bellezza che hanno colorato i cinquecenteschi portici di corso Garibaldi, mentre pecore, galli e galline, maiali, bovini e asini animavano la piazza principale della città per la gioia dei più piccoli. Tra le novità del 2013 è stato particolarmente apprezzato il ristorante “Mangiar da Cani” allestito nel cortile di via Cavour, dove gli amici a quattro zampe hanno trovato a loro disposizione un menu preparato appositamente per loro. Piante e animali perduti si conferma così una delle manifestazioni più apprezzate dell'anno, capace di richiamare visitatori da ogni parte di Italia e oltre 400 espositori.

ProprietàValore
playlistIn playlist

Lascia un Commento